Puccini – Madama Butterfly – Dovunque al mondo

Tenor

Puccini – Madama Butterfly – Dovunque al mondo

Audio preview of Puccini – Madama Butterfly – Dovunque al mondo

Italian lyrics

PINKERTON
Dovunque al mondo il yankee vagabondo
si gode e traffica
sprezzando i rischi.
Affonda l’àncora alla ventura
finché una raffica…
(Pinkerton s’interrompe per offrire da bere a Sharpless)
milk-punch, o wiskey?
(riprende)
…scompigli nave, ormeggi, alberatura.
PINKERTON
La vita ei non appaga
se non fa suo tesor
le stelle d’ogni cielo
i fiori d’ogni plaga,
d’ogni bella gli amor.
SHARPLESS
È un facile vangelo
che fa la vita vaga
ma che intristisce il cor.
PINKERTON
(continuando)
Vinto si tuffa e la sorte racciuffa.
Il suo talento
fa in ogni dove.
Così mi sposo all’uso giapponese
per novecento
novantanove
anni. Salvo a prosciogliermi ogni mese.
«America for ever!»
SHARPLESS
Ed è bella
la sposa?
GORO
(che ha udito, si avanza premuroso ed insinuante)
Una ghirlanda
di fiori freschi. Una stella
dai raggi d’oro.
E per nulla: sol cento
yen.
(al Console)
Se vostra grazia mi comanda
ce n’ho un assortimento.
(il console ridendo, ringrazia)
PINKERTON
(con viva impazienza)
Va’, conducila Goro.

Puccini – Madama Butterfly – Dovunque al mondo